Il bilancio

Un bilancio del solo 2020 sarebbe inconsistente. Quest’anno non arriva ad essere completo nemmeno in questo.
Allora getto lo sguardo indietro, fin dove ha voglia di arrivare, e qualcosa di interessante lo vedo.
Vedo la distanza tra la vita che conoscevo e quella che conosco, una distanza immensa, colmata da una forza arcana, irresistibile e senza nome che un giorno fece una scommessa, vantandosi di sapere cose su di me che ancora dovevo scoprire.
Mi spinse a cercare, a raccogliere e a ricomporre i frammenti di un sorriso che non poteva più essere lo stesso, lo sapevamo entrambi, ma non mi stava a sentire quella forza. Insisteva.
Sosteneva che sarebbe stato un sorriso diverso.

Oggi mi meraviglio di quanta ampiezza abbia guadagnato quel sorriso. Parla di tenebre, di illusioni, di debiti da saldare, d’amore che scompare e riappare secondo sentieri misteriosi, come fa la rugiada.
Questo sorriso è diverso, perché si è spento e non lo ha dimenticato.
Non ci insegnano più che i sorrisi possono spegnersi come i vulcani, che una forza dagli abissi li può riaccendere e che quella forza non ha un nome, se non il mio – o il tuo, forse – ma solo per un po’, giusto il tempo di una scommessa.
Questo è ciò che scelgo di ricordare degli anni passati, per tutti coloro che portano in sé il peso d’un vulcano spento.
Ecco il proposito per gli anni a venire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: